TIROCINIO II^ ANNO

Crediti: 
20
Settore scientifico disciplinare: 
SCIENZE TECNICHE DI MEDICINA DI LABORATORIO (MED/46)
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Introdurre gli studenti in Laboratori e in Settori, caratterizzati da attività di media/alta complessità, consolidando le competenze pratiche apprese durante il primo anno, attraverso l’esecuzione guidata e supervisionata da Tutor clinici, di analisi di laboratorio a complessità crescente.
Gli studenti divisi in piccoli gruppi, verranno inseriti in tutti i principali laboratori dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma (sedi di tirocinio).
Il Coordinatore di ogni sede accoglierà per la prima volta gli studenti suddividendoli all’interno dei settori (come da programma di tirocinio) e provvederà a descrivere loro la tipologia di organizzazione presente all’interno dell’U.O., in particolare:
• Presentazione mappa dell’U.O. (Settori, tipologia di indagine e di materiali afferenti, Tutor clinici presenti, strumentazione, procedure e istruzioni operative presenti, personale afferente, ruoli e funzioni dei diversi professionisti dell'equipe, locali comuni ecc.);
• norme da rispettare;
• DPI e corretta modalità di utilizzo.
Il Coordinatore, si impegnerà a garantire agli studenti un periodo di permanenza che garantisca l’apprendimento delle attività richieste da calendario e da programma.
All'interno di ogni settore inoltre, il Tutor (guida di tirocinio) provvederà, al momento dell’accoglienza dello studente, a fornire una descrizione dell’organizzazione specifica, della tipologia di indagini e di materiali afferenti, della strumentazione in uso. Successivamente il tutor mostrerà allo studente le principali attività che questo dovrà imparare e supervisionerà l’apprendimento delle attività manuali agite. La guida di tirocinio funge da garante sull'effettiva acquisizione delle competenze richieste allo studente relativamente all’ambito specifico di riferimento.

Prerequisiti

E’ indispensabile che lo studente abbia superato l’esame di tirocinio del I° anno e ultimato tutto il monte-ore di frequenza previsto dal piano studi.

Contenuti dell'insegnamento

Il tirocinio professionalizzante rappresenta l’elemento cardine della formazione degli studenti dei corsi di laurea delle Professioni Sanitarie ed è considerato pertanto una tappa fondamentale del percorso di formazione in quanto finalizzato allo sviluppo delle competenze specifiche. Nel percorso di tirocinio del secondo anno, così come già effettuato durante il primo anno di corso, si continuerà a cercare di stimolare e di sviluppare negli studenti una intelligenza critica e motivazionale al fine di facilitare l’apprendimento pratico di metodiche analitiche più sofisticate rispetto a quelle solo osservate o parzialmente agite, durante il primo anno di corso. Nel secondo anno di corso pertanto lo studente verrà inserito gradualmente in tutti i principali "setting operativi" (laboratori clinici e di ricerca) dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma affinché sia garantita ad ogni studente l’opportunità di conoscere e imparare a differenziare i diversi ambiti professionali. Tale opportunità risulterà utile anche per imparare a scoprire le proprie individuali attitudini e potenzialità professionali ed indirizzarne lo sviluppo.

Programma esteso

Il programma di tirocinio del secondo anno prevede che lo studente, inserito nei differenti laboratori dell’Azienda Ospedaliero Universitaria, dopo un breve periodo iniziale di osservazione dell’organizzazione generale e specifica del lavoro, inizi, supervisionato da un tutor clinico, ad acquisire le abilità manuali richieste. Inizierà pertanto a conoscere la strumentazione di laboratorio (manutenzione, gestione e verifica prove di funzionalità), applicando e riconoscendone le diverse peculiarità di analisi. Imparerà ad effettuare tutte le metodiche sia di tipo manuale che strumentale, così’ come previsto dal programma consegnato a studenti e tutor prima dell’inizio dell’attività di tirocinio.

Bibliografia

Il materiale didattico verrà fornito agli studenti dai tutor clinici e dai Coordinatori delle diverse sedi di tirocinio.

Metodi didattici

Le strategie per l’insegnamento e l’apprendimento in tirocinio sono volte a considerare i seguenti principi e valori pedagogici:
- utilizzare un modello di apprendimento dall’esperienza;
- responsabilizzare lo studente utilizzando metodi di apprendimento auto-diretto applicando i principi pedagogici relativi alle modalità di apprendimento degli adulti;
- effettuare un tutoraggio ( da parte di professionisti esperti) atto a garantire una supervisione costante e a favorire il processo di apprendimento degli studenti;
- garantire la trasparenza del processo di valutazione. Gli studenti devono essere preventivamente informati relativamente agli standard che saranno usati per valutare le loro performance e sugli elementi che contribuiranno alla votazione finale del loro tirocinio.

Modalità verifica apprendimento

La verifica dell’apprendimento prevede un colloquio individuale a cui seguirà prova pratica che verrà effettuata in una delle sedi di tirocinio interne all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma frequentate dallo studente durante l’anno di corso. Tale prova, decisa di concerto con la commissione esaminatrice, verterà nella valutazione delle abilità tecniche conseguite mediante esecuzione pratica di una delle attività previste nel programma formativo.

Altre informazioni

Nulla da segnalare.